RETAIL BRANDING AND IMAGE

Crediti: 
8
Settore scientifico disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

Al termine del corso, lo studente avrà acquisito conoscenze e capacità di comprensione approfondite sulle problematiche di brand management. Questo permetterà di applicare le conoscenze acquisite in termini di abilità analitica e di problem solving con particolare riferimento alle politiche di branding distributivo e di comprendere l’impatto di queste politiche sui rapporti tra industria e distribuzione. Attraverso la frequenza dell’insegnamento e lo studio lo studente sarà in grado di sviluppare la propria autonomia di giudizio arrivando ad avere la capacità di assumere decisioni strategiche ed operative, anche in condizioni di incertezza. Nell’ambito del corso verrà utilizzato un linguaggio fortemente specialistico/tecnico al fine di stimolare gli studenti a sviluppare abilità comunicative tali da consentire la predisposizione di brevi report analitici destinati anche ad un pubblico di specialisti dei temi di retail branding. La capacità di apprendimento degli studenti verrà stimolata attraverso la richiesta di ampliare, aggiornare ed approfondire in modo autonomo e continuativo le conoscenze acquisite in aula e attraverso lo studio.

Contenuti dell'insegnamento

Nella prima parte del corso vengono approfonditi i principi-guida del Brand Management e le leve di costruzione della Brand Equity. Nella seconda parte l’attenzione si sposta sulle dimensioni del Branding Distributivo, ovvero sugli obiettivi e sul ciclo di vita delle marche private, sulle politiche assortimentali e di pricing delle private labels, sulla competizione tra marche industriali e marche commerciali e sulle specificità delle relazioni di co-packing. Questi argomenti vengono sviluppati facendo riferimento soprattutto al settore della distribuzione moderna grocery, ma con alcuni approfondimenti relativi anche ai principali settori non-food in cui il fenomeno del branding distributivo si trova in uno stadio di sviluppo iniziale.

Bibliografia

FORNARI E. (2007), “Economia della marca commerciale. Le dimensioni del branding distributivo”, Milano, Egea.
Oltre al suddetto testo la preparazione dell’esame prevede anche lo studio di una raccolta di paper accademici aggiornati sui temi del Retail Branding che verranno messi a disposizione degli studenti all’inizio del corso presso l’Ufficio Fotocopie del Dipartimento di Economia.

Metodi didattici

Lo sviluppo di conoscenza e capacità di comprensione verrà perseguito mediante l’impiego combinato di lezioni frontali e di seminari monografici tenuti da operatori aziendali. La capacità di applicare conoscenza e comprensione avverrà attraverso la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, ma anche attraverso l’approfondimento di specifici casi di studio e lo svolgimento di lavori di gruppo finalizzati a preparare le testimonianze aziendali. L’autonomia di giudizio verrà sviluppata attraverso l’interazione in aula con il Docente e con i testimoni aziendali. Le abilità comunicative verranno stimolate attraverso l’utilizzo della terminologia specifica diffusa nell’ambito della brand community. La capacità di apprendimento verrà consolidata durante i momenti di studio individuale e collettivo finalizzati alla preparazione delle lezioni e della prova finale.

Modalità verifica apprendimento

L’esame di verifica finale è in forma scritta. Le conoscenze e la capacità di comprensione verranno accertate con 3 domande aperte. Ad ogni domanda verrà attribuito lo stesso peso in sede di valutazione finale. Il contenuto delle domande verterà sugli aspetti più rilevanti relativi ai temi del brand management e del retail branding. In particolare, per gli studenti non frequentanti le domande d’esame riguarderanno unicamente la bibliografia di riferimento, mentre per gli studenti frequentanti le domande riguarderanno anche tutte le attività svolte in aula (testimonianze aziendali, lavori di gruppo, etc.). Le capacità di applicare le conoscenze verranno accertate attraverso domande di contenuto più applicativo, basate sulla discussione degli insegnamenti tratti dalle lezioni manageriali per gli studenti frequentanti e/o sulla rielaborazione personale dei case study presentati nella bibliografia di riferimento. L’autonomia di giudizio e la capacità di apprendimento verranno accertate giudicando l’abilità dello studente di argomentare le risposte alle domande e di ricavare le principali implicazioni operative dei fenomeni discussi. Le capacità di comunicare con linguaggio appropriato verranno accertate attraverso la valutazione dell’adeguatezza dei termini e della forma espositiva utilizzati durante la prova d’esame. Agli studenti frequentanti verrà proposto lo svolgimento di un lavoro di gruppo (facoltativo) sulle distintività di branding delle insegne distributive il cui esito potrà concorrere al voto finale fino ad un massimo di 3 punti che si sommeranno al punteggio ottenuto nell’esame scritto.